Manifestazioni

Servizi al cittadino

Spazio Utenti

Utenti
Registrati: 118
In linea: 0

Log In
 
 
Registrazione
Recupera password

Taverna Dei Sanniti

ECOLOGIC FIRE

Le origini di Pietrabbondante sono antichissime, forse appartengono addirittura alla preistoria, ed i primi abitanti, tuttora sconosciuti, furono sottomessi ne VI secolo a.C. dal popolo guerriero dei Sanniti. Inizio quindi in queste zona la storia di uno dei popoli più potenti dell'Italia centrale che fù fiaccato solo dalla grande espansione romana. Proprio i Sanniti chiamarono la località "Bovianum", ma questo non durò per pochi secoli, infatti, dopo le sconfitte nelle guerre sannitiche e la definitiva distruzione del luogo ad opera di Silla (89 a.C.), Pietrabbondante divenne parte della colonia romana situata nel Sannio e di cui rimangono le documentazioni grazie a Plinio il Vecchio. I Romani chiamarono la cittadina "Bovianum Vetus", e solo dopo la denominazione longobarda del VIII secolo si arrivò al nome Petra Habundante. L'attuale ubicazione della cittadina si fa risalire al periodo romano; in ogni modo, poco distanti sono tuttora conservati i resti di una città sannitica. Molti storici  ritengono che quest'ultima sia stata sede delle Assemblee del governo federale dei Sanniti. L'attuale nome è relativamente recente ed è etimologicamente giustificato dal fatto che la zona è ricca di pietre e detriti calcarei. Riguardo al ruolo di "Bovianum Vetus" si sa poco, come detto era sede delle assemblee sannite, ma senza dubbio era anche un centro di vitale importanza ed anche quando i Sanniti vennero sottomessi ai Romani, Pietrabbondante divenne un luogo di riferimento  per il controllo dell'Alto Molise. La città sannitica  si estendeva per poco più di seicento metri, nonostante ciò, la zona rimane tuttora ricca di reperti archeologici rilevanti. Gli scavi iniziati intorno al 1840 portarono alla luce tronchi di statue marmoree, utensili di creta, monete, armi ecc.. Molto importante è il tempio costruito in poligoni di pietra calcarea e l'anfiteatro che è l'unico esempio di teatro in Italia, escludendo la Magna Grecia, che, pur conservando una struttura greca era stato edificato dai Romani.

Nel 957 la città era capoluogo di una delle trentaquattro contee in cui venne diviso il ducato di Benevento; i primi conti di cui si ha notizia ernao i Borrello.

Con il tempo si intrecciarono e si susseguirono al potere un miriade di famiglie: i Cantelmo, i Carafa, i Marchesano, i D'Andrea ed infine  ai D'Alessandro.

Attualmente la cittadina di Pietrabbondante rimane una delle sedi più ambite del turismo Molisano. La zona può essere ritenuta interessante non solo per la sua storia, ma anche perché è situata in un luogo incantevole e caratteristico ai piedi di imponenti rocce chiamate "Morge" e alle falde del monte Caraceno sulle cui pendici sono stati rinvenuti importanti resti megalitici. La località è, inoltre, ricca di flora essendoci nei luoghi limitrofi ampie distese di conifere e di latifoglie. Accanto al teatro si possono ammirare la chiesa di Santa Maria Assunta, fondata nel 1666 e costruita si antichi luoghi sacri e la chiesa dedicata a San Vincenzo Ferreri.

Computer Art - 0865 451092 * http://www.computerartweb.it * claudio@computerartweb.it
By Claudio Di Ciocco